20 Novembre 2022

Berlinale & Cinema

La fanpage in italiano sul festival internazionale del cinema di Berlino

Berlinale 2021, divisi EFM e Concorso con ipotesi nuove date

I direttori, Carlo Chatrian e Mariette Rissenbeek

I direttori, Carlo Chatrian e Mariette Rissenbeek

 

È ufficiale: a causa dell’attuale situazione dettata dal Covid-19, il 71° Festival Internazionale del Cinema di Berlino si svilupperà secondo un nuovo format per il 2021.

L’EFM European Film Market, Berlinale Co-Production Market, Berlinale Talents e World Cinema Fund daranno il via alla 71aBerlinale dall’1 al 5 marzo con un’offerta online. Maggiori informazioni sulle offerte e sui contenuti del programma per il settore verranno comunicate nelle prossime settimane. A giugno ci sarà poi l’evento con le proiezioni dei film per il pubblico nei cinema, e all’aperto. La separazione permetterà così di mantenere i due pilastri portanti: mercato e festival.

Mariette Rissenbeek, direttore esecutivo della Berlinale: “C’è una grande voglia di incontrarsi faccia a faccia. La situazione attuale non consente un festival “fisico” a febbraio, ma allo stesso tempo è importante offrire un mercato all’industria cinematografica entro il primo trimestre dell’anno. Con il cambio del format – ha proseguito – avremo la possibilità di tutelare la salute di tutti gli ospiti e di supportare la ripresa dell’industria cinematografica. Con l’evento estivo, vogliamo celebrare un festival per il cinema e offrire al pubblico della Berlinale la tanto attesa esperienza comunitaria del cinema e della cultura”.

prosegue la selezione dei film per il concorso

Continuerà, invece, l’attuale processo di selezione dei film per il concorso e le sezioni. Il programma virtuale di marzo sarà reso pubblico a febbraio. Una giuria internazionale guarderà i film a Berlino e sceglierà i vincitori. Questi ultimi, oltre a una selezione degli altri film, saranno presentati al pubblico berlinese in estate.

Il direttore artistico, l’italiano Carlo Chatrian: “In risposta ai tempi che stiamo vivendo, abbiamo deciso di suddividere la nostra offerta in due eventi distinti ma collegati, e in questo modo realizzare la missione della Berlinale. Mentre a marzo l’industria cinematografica si riunirà online e potrà supportare e dare luce alla nostra selezione, in estate – come un nuovo inizio, a 70 anni dalla prima edizione – il nostro pubblico potrà festeggiare i registi e i cast nei cinema a cielo aperto. Questo darà l’opportunità di vivere le diverse sezioni del festival, di guardare i film del Concorso internazionale e di festeggiare con i vincitori degli Orsi d’oro e d’argento in un’atmosfera allegra”.

Per quanto riguarda il budget, la Berlinale è attualmente in trattativa con i partner e con il Ministro di Stato per la Cultura e i Media (BKM), il quale ha già confermato un sostegno extra con i fondi del programma speciale Neustart Kultur (una iniziativa di finanziamento supplementare nel campo della cultura e dei media).

L’organizzazione della Berlinale ha ancora una volta precisato che la salute e il benessere di tutti gli ospiti e dei dipendenti sono al primo posto in tutti gli aspetti della pianificazione.

AS