13 Giugno 2024

Cinema & Berlinale

La fanpage in italiano sul festival internazionale del cinema di Berlino

Ufficializzato il programma 2024 del festival per le sezioni Competition ed Encounters

 

Berlino, lunedì 22 gennaio 2024. E’ stato ufficialmente presentato presso la Haus Der Kulturen Der Welt il programma del prossimo festival. Carlo Chatrian e Mariëtte Rissenbeek, hanno svelato ai giornalisti i film delle due sezioni principali, Competition per la corsa agli Orsi, ed Encounters, la sezione appositamente voluta dal direttore artistico.

Non è mancato un riferimento alla situazione internazionale: i due direttori hanno, infatti, descritto il festival come una piattaforma per un dialogo pacifico riguardo al conflitto in Medio Oriente. Hanno dichiarato “I festival del cinema sono luoghi di incontro e di scambio e danno un importante contributo alla comprensione internazionale. Crediamo che attraverso il potere dei film e delle discussioni aperte, possiamo contribuire a promuovere l’empatia, la consapevolezza e la comprensione, anche e soprattutto in tempi dolorosi come questo“.

Pochi giorni prima, Ayo Tsalithaba aveva accolto l’appello al boicottaggio “Strike Germany” e aveva ritirato il film Atmospheric Arrivals dal programma del Berlinale Forum Expanded – a causa della presunta posizione tedesca troppo pro-israeliana sulla guerra di Gaza. Nell’ambito della Berlinale (15 – 25 Febbraio), secondo Rissenbeek e Chatrian, ci sarà spazio per una disputa sulla guerra in Israele e Gaza. Nel programma è previsto un panel sul tema “Fare film in tempi di crisi internazionali e prospettive future”, così come è stata prevista una piattaforma di scambio in una cosiddetta Tiny House, gestita da un team di israeliani e palestinesi.

I due direttori hanno inoltre aggiunto: “Vogliamo che la sofferenza di tutti sia percepita e che il nostro programma apra diverse prospettive sulla complessità del mondo. Come istituzione culturale, la Berlinale si oppone alla discriminazione, alla diffusione dell’antisemitismo e al risentimento anti-musulmano. L’obiettivo è la comprensione interculturale“.

Carlo Chatrian e Mariëtte Rissenbeek

Sui 20 film nella sezione Competition, due le pellicole italiane (prime mondiali) in lizza per gli orsi: si tratta di Another End di Piero Messina e Gloria! di Margherita Vicario. Nelle altre sezioni sono stati annunciati Dostoevskij dei D’Innocenzo e Supersex di Francesca Maniero (Berlinale Special), Quell’estate con Iréne di Carlo Sironi (GenrationPlus) e Il cassetto segreto di Costanza Quatriglio (Forum).

Il festival sarà inaugurato con la proiezione di Small Things Like These di Tim Mielants, con Cillian Murphy, la celebre star di Oppenheimer.

 

R


 Save as PDF