6 Luglio 2022

Berlinale & Cinema

La fanpage in italiano sul festival internazionale del cinema di Berlino

Favolacce, non è un paese per bambini

Favolacce streaming

Favolacce streaming

 

Calda estate di una periferia romana. Un gruppo di bambini legati da poco più che la stessa scuola, adulti sempre più o meno inadeguati al ruolo di genitori e/o educatori, un qualcosa che incombe e non si sa bene cos’è almeno fino a metà film, un’ambientazione a tratti surreale come in un Sorrentino di borgata, un finale geometricamente perfetto dopo un doloroso colpo di scena.

I giovani, talentuosissimi fratelli Fabio e Damiano D’Innocenzo, dopo il buon esordio nella sezione Panorama del 2018 con La terra dell’abbastanza, sembra davvero che con Favolacce, in concorso alla Berlinale 2020, abbiano spiccato il volo. Intanto per l’idea di partenza e per la riuscita trovata della voce narrante di Max Tortora, il quale si conferma come uno degli attori più stupidamente sottoutilizzati del nostro cinema.

Poi la storia: con spietata, chirurgica precisione i fratelli D’Innocenzo scavano nella psicologia infantile, con i suoi riti, le sue scoperte, le sue curiosità, le sue malizie, le sue paure. Stessa radiografia dettagliata nel mondo degli adulti: gretti, meschini, falsi, codardi, sessisti gli uomini, soggiogate, succube, estraniate le donne. Un universo senza speranza dove crudeltà e violenza sono come polvere da nascondere sotto al tappeto e i rari momenti di felicità sembrano solo essere prodromi del disastro o motivi in più per darsi una pacca sulla spalla e dirsi «amo’, siamo i migliori». L’importante, in fondo, è fare finta di crederci. Quanto saranno debitori i D’Innocenzo al cinema di Sergio Citti? Probabilmente parecchio.

Impeccabile il cast. Troppo facile citare il sempre ottimo Elio Germano, al suo secondo film alla Berlinale 2020 dopo Volevo nascondermi. Qui però a fare la parte del leone sono proprio i bambini: Tommaso Di Cola, Giulietta Rebeggiani, Justin Korovkin, Giulia Melillo, Laura Borgioli, sperando che questo film non sia una parentesi fuggevole ma un ottimo viatico per la loro carriera. Doveroso ricordare anche gli altri adulti: Barbara Chichiarelli, Lino Musella, Gabriel Montesi, Max Malatesta e, soprattutto, Ileana D’Ambra.

Favolacce
Regia: Fabio e Damiano D’Innocenzo
Origine: Italia-Svizzera, 2020
Lingua: italiano
Durata: 98’
Produzione: Pepito Produzioni, Roma, Italia
Distribuzione: The Match Factory / Köln, Germany

Con:
Elio Germano (Bruno Placido)
Barbara Chichiarelli (Dalila Placido)
Lino Musella (Professor Bernardini)
Gabriel Montesi (Amelio Guerrini)
Max Malatesta (Pietro Rosa)
Tommaso Di Cola (Dennis Placido)
Giulietta Rebeggiani (Alessia Placido)
Justin Korovkin (Geremia Guerrini)
Giulia Melillo (Viola Rosa)
Laura Borgioli (Ada Tartaglia)


Aggiornamento al 29 febbraio, i premiati del festival: Favolacce vince L’orso d’argento per la migliore sceneggiatura; mentre, Elio Germano, in questo film nella parte di Bruno Placido, vince L’orso quale migliore attore nel film “Volevo nascondermi“.

Dall’11 maggio 2020 on-demand in streaming su Chili, Google Play, Rakuten TV, CG Digital Entertainment, Infinity TV, Timvision e Sky

Favolacce
Favolacce