9 Luglio 2022

Berlinale & Cinema

La fanpage in italiano sul festival internazionale del cinema di Berlino

Cosa sappiamo del nuovo Torino Film Festival

 

Manca un mese alla 39esima edizione del festival della Mole e cominciamo ad avere numerose anticipazioni su quello che sarà il grande ritorno in presenza della manifestazione.

Innanzitutto, il film d’apertura: in anteprima internazionale sarà presentato Sing 2. Sequel della piacevolissima commedia musicale del 2016, il cartoon è diretto anche stavolta da Garth Jennings (Guida galattica per autostoppisti). Il regista sarà presente a Torino.

«Come nelle favole morali di Esopo e nella grande letteratura di tutti i tempi – ha dichiarato il direttore del Torino Film Festival Stefano Francia di Celle – gli animali del genio di Garth Jennings scavano nelle profondità psicologiche dei tipi umani esaltando e stigmatizzando tutte le sfumature dell’animo. Permettendo agli spettatori di tutte le età di immedesimarsi nella travolgente sfida per smarcarsi dalla mediocrità e saper esprimere il proprio talento in modo libero e creativo».

Passando alla sezione principale, presiederà la Giuria Internazionale del Concorso Lungometraggi e Cortometraggi Internazionali la regista ungherese Ildikó Enyedi, autrice del bellissimo Corpo e anima, Orso d’Oro alla Berlinale del 2017.

«I buoni festival sono come le persone: hanno una personalità complessa» ha dichiarato la regista, «Puoi rapportarti con loro come con una persona e frequentare un festival diventa un’esperienza unica e personale. Per molto tempo ho guardato da lontano e desiderato incontrare questa persona intrigante, audace e nobile nelle proprie scelte, orgogliosa dei suoi valori e umile nei confronti dei registi: il Torino Film Festival».

Quanto alle retrospettive, quest’anno tocca alla personale completa di Joana Hadjithomas e Khalil Joreige, la coppia di filmmaker e artisti libanesi che è stata tra i protagonisti della Berlinale 2021 con Memory Box, magnifica composizione di immagini, suoni e parole, capaci di restituire dignità umana alle macerie della guerra civile libanese. Distribuito da Movies Inspired, il film sarà presentato in anteprima italiana a Torino insieme a tutte le loro altre opere.

E veniamo ai riconoscimenti speciali: il Premio Stella della Mole per l’Innovazione Artistica sarà conferito a Monica Bellucci. La consegna avrà luogo martedì 30 novembre e sarà seguita dalla proiezione in anteprima mondiale del film The girl in the fountain: diretto da Antongiulio Panizzi, racconta la storia della leggendaria attrice Anita Ekberg ed è prodotto da Dugong Films con Eagle Pictures che lo distribuirà nelle sale l’1, il 2 e 3 dicembre.

Madrina del festival sarà Emanuela Fanelli, attrice e autrice che esprime il suo talento in tutti gli ambiti artistici (cinema, teatro, tv, radio, web). La sua intelligenza e il suo estro illumineranno le serate di inaugurazione e chiusura del festival e alcuni momenti speciali. Tra i suoi impegni recenti spicca il suo ruolo da protagonista in Siccità, il film di Paolo Virzì in uscita prossimamente.